Comunicati stampa

Tirocini estivi, studenti più vicini al mondo del lavoro

17/06/2009

Tirocini

Efficacia ed efficienza nella vendita foto OKLa Confcommercio di Arezzo segnala che con la fine dell’anno scolastico è possibile attivare tirocini estivi di orientamento a favore di giovani studenti delle scuole superiori o universitari. Il direttore Marinoni: “uno strumento per colmare la distanza tra scuola e lavoro”

Le regole da seguire

La Confcommercio di Arezzo informa che con la fine dell'anno scolastico le imprese possono attivare al proprio interno tirocini estivi di orientamento a favore degli studenti regolarmente iscritti all'Università o ad una scuola secondaria superiore.

“Si tratta di una buona opportunità sia per gli studenti sia per le imprese – sottolinea il direttore dell’associazione di categoria Franco Marinoni - il tirocinio estivo è infatti uno strumento per avvicinare i giovani ed iniziare il loro inserimento formativo e lavorativo in azienda”.

Le regole da seguire sono semplici: il tirocinio non deve durare più di tre mesi, compresi tra la fine dell'anno accademico e/o scolastico e l'inizio di quello successivo. Tale durata si intende come massima anche in caso di pluralità di tirocini. Il numero dei tirocinanti deve essere limitato al 15% del personale in forza all’azienda, compresi i lavoratori stagionali, quelli a tempo determinato e gli interinali stagionali.

Oltre ad imparare un mestiere, i giovani tirocinanti possono anche provare “l’emozione” dei primi stipendi: “le aziende possono erogare eventuali borse lavoro – spiega il direttore di Confcommercio – purchè non superino l'importo massimo mensile di 600 euro”.

La Confcommercio di Arezzo resta a disposizione per eventuali chiarimenti al numero di telefono al numero di telefono 0575 350755 (Ufficio Paghe)

Claudia Pennucci

> Scarica l'allegato

 

try