In evidenza

FEDERMODA CONFCOMMERCIO AREZZO

Moda, il freddo mette in crisi i negozi

La Confcommercio aretina lancia una provocazione per portare l’attenzione sul settore, penalizzato dall’anomala ondata di maltempo di questa primavera. Il presidente provinciale di Federmoda Paolo Mantovani: “per a...

Leggi

CONFCOMMERCIO AREZZO

Arezzo, arrivano i "Play the games Special Olympics Italia"

 Dal 31 maggio al 2 giugno Arezzo sarà capitale dello sport inclusivo. In arrivo oltre 200 atleti che popoleranno il centro storico insieme ad allenatori, familiari ed amici. Chi volesse allestire la vetrina a tema...

Leggi

50&Più

"Over 50", come mantenere in salute corpo e mente facendo movimento

Se ne parla venerdì 24 maggio 2019 alle ore 18 nella sede della Confcommercio di Arezzo (ingresso da via Mecenate, 2/b) con la psicoterapeuta Roberta Rachini e il dottor Riccardo Scarafia, medico radiologo e insegnante ...

Leggi

Archivio

VALDARNO

Montevarchi, via all'orario continuato il giovedì

A partire da giovedì 7 aprile, ogni giovedì dei mesi di aprile, maggio e giugno le attività commerciali del centro storico resteranno aperte con orario continuato dalle 10 alle 19. A lanciare l’idea, subito raccolta dalla Confcommercio montevarchina, sono stati alcuni operatori che hanno poi coinvolto la maggioranza dei colleghi. Sullo sfondo, la necessità di stimolare i consumi aiutando il commercio a risollevarsi da una crisi che, seppure a livello nazionale pare allentarsi, ancora non è arrivata a dispiegare i suoi benefici sulla rete distributiva tradizionale.

LA PROPOSTA

"Toscana e Firenze, capitali dell'enogastronomia"

Si è chiusa a Firenze la due giorni del premio Italia a Tavola, che ha raccolto in città il gotha della ristorazione italiana, con il patrocinio del Comune di Firenze e l’organizzazione del network Italia a Tavola insieme a Confcommercio Toscana, Fipe (Federazione italiana Pubblici Esercizi) ed Ebtt. E all'indomani dell'evento, Confcommercio lancia una proposta: far diventare Firenze capitale italiana dell’enogastronomia e dell’arte raffinata dell’accoglienza. La presidente Anna Lapini: "il cibo resta una delle attrazioni più forti per i turisti che arrivano in Italia da tutto il mondo; nella lista delle loro valutazioni, spesso ristoranti e pasticcerie compaiono prima di musei e spiagge". Il presidente di Fipe-Confcommercio Toscana Aldo Cursano: “con il Premio Italia a Tavola vogliamo fondare un nuovo Rinascimento per l’enogastronomia e il turismo italiano e Firenze ci sembra il luogo ideale da dove ripartire”.

LA MOSTRA

Mangiare con stile: al museo Bardini va in scena la tavola

Domenica 3 aprile a Firenze nell’ambito del Premio “Italia a Tavola” si apre al museo Bardini la mostra curata da Anna Lapini e Anna Maria Tossani, dedicata all’arte del ricevere declinata attraverso i secoli, le abitudini familiari e il design. Circa trenta le scenografiche “mise en place” che testimoniano ai visitatori lo stile italiano a tavola offrendo suggestivi scorci di alcuni interni familiari d’eccezione. Il percorso espopsitivo è visitabile fino al 30 maggio. L'inauguraizone ufficiale alle ore 11.30: al taglio del nastro partecipano la ministra Maria Elena Boschi e il sindaco di Firenze Dario Nardella.

AGENTI DI COMMERCIO

Enasarco, al voto il futuro previdenziale degli agenti di commercio

Da venerdì 1 a giovedì 14 aprile 2016 gli operatori sono chiamati alle urne per eleggere i nuovi vertici dell’ente previdenziale di categoria. Si vota on line dalle 9 alle 18 dal lunedì al venerdì e dalle 9 alle 20 il sabato e la domenica. Basta scaricare il certificato elettorale ricevuto per P.E.C. oppure in forma cartacea, muniti di cellulare e matricola Enasarco. Le preferenze potranno poi essere espresse con pochi e semplici passaggi. Presso la sede della Confcommercio aretina allestita una postazione per il voto online. In provincia di Arezzo hanno diritto di voto 1.439 agenti e rappresentanti di commercio e 230 case mandanti. L’appello del presidente della Fnaarc-Confcommercio aretina Giuseppe Briganti: “c’è da scongiurare l’ipotesi di un assorbimento dell’Enasarco nell’Inps. Andiamo a votare per dire giù le mani dalle nostre pensioni!”. Fnaarc-Confcommercio si riconosce nella lista “Insieme per Enasarco”.

L'EVENTO

Premio Italia a Tavola, si apre il sipario

Sabato 2 aprile si raccoglie a Firenze il gotha dell’ospitalità italiana per l'evento patrocinato dal Comune di Firenze e organizzato dal network Italia a Tavola e Confcommercio Toscana, Fipe (Federazione italiana Pubblici Esercizi) ed Ebtt (Ente Bilaterale del Turismo Toscano). Alle ore 11.30 Palazzo Vecchio ospita nel Salone dei Cinquecento il talk show “L’ospitalità e lo stile italiano motori del turismo e della filiera agroalimentare” alla presenza del ministro dei Beni culturali e del Turismo Dario Franceschini. Poi la consegna degli Award 2015 e le premiazioni dei vincitori del sondaggio “Personaggio dell'anno”. L’obiettivo: rilanciare lo stile italiano nel mondo riunendo le anime dei settori enogastronomia, ospitalità, moda e arte. Nel Salone anche un'anteprima della mostra "Appunti di Stile" curata da Anna Lapini e Anna Maria Tossani al museo Bardini.

IMPRESE

Donne al top per vitalità d'impresa

Le imprese femminili superano a fine 2015 la soglia delle 9.000 unità e si dimostrano una delle componenti più vitali dell'imprenditoria aretina. Lo rivela la Camera di Commercio di Arezzo nel suo ultimo rapporto. Le imprese guidate da donne sono cresciute ad un tasso dello 0,7% rispetto a quello dello 0,4% registrato dalle altre. Ma è comunque una crescita ridotta rispetto a quella riscontrata negli altri territori della Toscana. Il commercio è il settore a più alta presenza femminile con 2.216 aziende. La presidente del Comitato Ife Anna Lapini: “occorre dare maggiore fiducia alle donne che si mettono in proprio, poiché l’imprenditoria rosa rappresenta una risorsa importante nell’ambito dello sviluppo economico locale”.

VALDARNO

“Le vie dell’orto fiorito” a Loro Ciuffenna

Domenica 1 aprile 2016 dalle ore 10 alle 20 mostra mercato di prodotti ortofrutticoli, attrezzi agricoli e per il giardino nelle vie del centro. In più, negozi aperti, mercatino dell'artigianato, esposizione di cavalli, bici d'epoca e altre iniziative collaterali per gli appassionati di arte e natura. Un’occasione per riscoprire uno dei borghi più suggestivi della nostra provincia, incastonato a ridosso del Pratomagno a cavallo del Ciuffenna.

TURISMO

Pasqua, alberghi aretini pieni all'85%

Non è stata una Pasqua da tutto esaurito, quella appena trascorsa, ma ha comunque regalato belle soddisfazioni agli alberghi del capoluogo, che sono riusciti ad occupare almeno otto camere su dieci. Lo conferma la Confcommercio di Arezzo, che stila un primo bilancio a caldo del ponte pasquale dopo aver ascoltato gli operatori della città. Buoni i risultati anche per i b&b cittadini. La permanenza media dei clienti si è attesta intorno alle due notti. Oltre il 90% erano italiani, per gli stranieri toccherà aspettare il periodo di Pentecoste. “Peccato per il mancato “tutto esaurito", forse sarebbe stato alla nostra portata con un evento di traino e migliore promozione". Novità positive anche sul fronte redditività.

L'INIZIATIVA

Premio Italia a Tavola, a Firenze la festa dell'enogastronomia

Parte dalla tavola l’idea di rilanciare lo stile italiano nel mondo, riunendo tutte le anime del settore in un’unica squadra, attuando progetti per contrastare il falso Made in Italy e valorizzando le nostre eccellenze. L’evento più atteso del settore torna a Firenze, culla dell’Italian style, sabato 2 e domenica 3 aprile, con un talk show che vedrà la presenza del ministro dei Beni culturali e del Turismo Dario Franceschini, la consegna degli Award 2015 e le premiazioni dei vincitori del sondaggio “Personaggio dell'anno”.Sabato sera l’esclusiva cena di gala a Palazzo Borghese. Da domenica 3 aprile al 30 maggio al museo Bardini la mostra dedicata agli allestimenti della tavola nella storia, curata da Anna Maria Tossani e Anna Lapini.

TURISMO

Pasqua di 'suspense' fra paura del terrorismo, meningite e maltempo

Confcommercio ha effettuato un’indagine tra gli operatori delle strutture ricettive toscane: il 41% lamenta un calo di prenotazioni, soprattutto di stranieri. Circa il 38% indica una sostanziale stabilità, mentre il resto vede un lieve aumento. Il soggiorno medio è nel 65% dei casi di due o tre notti; la spesa media piuttosto contenuta (90 euro a notte per una camera doppia). Tra gli stranieri mancano all’appello russi, americani, giapponesi e nord europei. E dopo i fatti di Bruxelles sono arrivate le prime disdette. Le strutture costrette ad abbassare prezzi per attirare più clienti, con un calo consistente di redditività (10 euro a camera negli ultimi cinque anni) a fronte di un aumento dei costi di gestione, tasse e tariffe. A rischio l’occupazione nel settore. Il direttore di Confcommercio Toscana Marinoni: “quando l’unica leva di marketing resta il prezzo è segno che oltre alla concorrenza sleale e ad un cambio epocale di scenario nella competitività, il turismo soffre anche del fallimento delle politiche strategiche. La frammentazione regionale decisa dalla riforma del titolo V non ha giovato al nostro turismo, lo Stato dovrebbe ripensarci. Speriamo che la Regione Toscana colga l’occasione della riforma della legge 42/2000 per attuare migliori politiche di sistema”.