In evidenza

FINANZA AGEVOLATA

Stage in azienda, la Camera di Commercio premia le imprese che hanno ospitato giovani

Rimborso massimo di 3.600 euro per chi ha ospitato fino a 6 studenti della scuola secondaria di secondo grado e dei Centri di Formazione Professionale nell’ambito dei “percorsi per le competenze trasversali e per l...

Leggi

FINANZA AGEVOLATA

Spese anti Covid-19, la camera di commercio rimborsa le Pmi

Operativo il nuovo bando che prevede rimborsi parziali (fino a 4.900 euro) delle spese effettuate per la sanificazione di ambienti e strumenti, la formazione e la consulenza in materia di sicurezza nonché l’acquisto d...

Leggi

IL CONFRONTO

Ballottaggio, Confcommercio Arezzo e La Nazione incontrano i candidati a sindaco

Mercoledì 30 settembre i due contendenti alla massima carica di Palazzo Cavallo si ritroveranno faccia a faccia all’Auditorium della Camera di Commercio, incalzati dalle domande del direttore di Confcommercio Toscana ...

Leggi

Archivio

Categoria: Associazione Ristoratori Italiani

In evidenza
ECONOMIA

Pubblici esercizi, imprenditori col fiato sospeso

 

L'attesa si fa alta anche in provincia di Arezzo: il nuovo decreto in uscita a giorni dovrebbe confermare importanti misure per sostenere la categoria con indennizzi e ammortizzatori sociali, rilanciare i consumi e ripopolare i centri storici. Li anticipa la Confcommercio aretina . 

 

In evidenza
RISTORATORI CONFCOMMERCIO AREZZO

I ristoratori aretini: “basta con lo stop forzato. Siamo pronti a riaprire il 18 maggio”

Dalla riunione on line coordinata dalla Confcommercio è emersa la volontà chiara di tutti gli operatori del settore di accelerare i tempi della riapertura dei locali al pubblico. Il presidente provinciale Federico Vestri: “è importante riprendere l’attività, anche perché dovremo tutti abituarci a nuove regole per convivere con il Covid-19. Fermare tutto non basterà a farlo scomparire, mentre imparare a gestire responsabilmente la vita di tutti i giorni servirà ad arginarlo”. Tra le richieste inviate alle autorità anche quella di aree pubbliche a costo zero per ampliare all’esterno lo spazio dei locali, poi un sostegno all’occupazione attraverso a contributi a fondo perduto, moratoria sui pagamenti e rinegoziazione dei canoni di locazione; infine l’abbassamento dell’Iva sui cibi preparati e la deducibilità delle spese per la ristorazione. Intanto Fipe-Confcommercio nazionale lancia una petizione (https://bit.ly/2yLYWuS) per la riapertura al 18 maggio.

In evidenza
CONFCOMMERCIO AREZZO

Coronavirus, dal 24 aprile consentita la vendita di cibo da asporto

I clienti potranno fare solo prenotazioni telefoniche e on-line per evitare assembramenti fuori e dentro il locale. Lo ha deciso la Regione Toscana con l’Ordinanza n. 41 del 22 aprile 2020. Nel testo anche la conferma dell’autorizzazione all’apertura dei negozi al dettaglio di fiori e piante, poi della possibilità di vendere calzature per bambini. Concessa inoltre ai benzinai la facoltà di determinare liberamente l’orario del servizio.

In evidenza
CONFCOMMERCIO AREZZO

La Regione dice sì al "take away" in Toscana!

La presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini e il presidente regionale di Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi)-Confcommercio Aldo Cursano esprimono la propria piena e totale soddisfazione per l’ordinanza della Regione Toscana che autorizza la vendita per asporto nei pubblici esercizi, ovvero pizzerie, ristoranti, pasticcerie, gelaterie, bar e paninoteche. “Ringraziamo il presidente Enrico Rossi per aver accolto la nostra richiesta e la struttura di Confcommercio Toscana per aver lavorato con passione e determinazione su questo obiettivo”. 

In evidenza
RISTORATORI CONFCOMMERCIO AREZZO

La ristorazione dopo il lockdown

Quale sarà il futuro della ristorazione una volta conclusa la prima fase di gestione dell’emergenza sanitaria Covid 19?  Ne parliamo nella diretta Facebook in programma per martedì 22 aprile 2020 alle ore 10.30, insieme al presidente dell’Associazione Ristoratori Aretini Federico Vestri, al presidente dell’Associazione Pizzerie Aretine Renato Pancini, a Silvia Baracchi, chef stellato de Il Falconiere di Cortona, al presidente di AIS Toscana Cristiano Cini e al vicedirettore di Fipe-Confcommercio nazionale Luciano Sbraga. Modera gli interventi il responsabile delle categorie sindacali della Confcommercio aretina  Gian Luca Rosai.

In evidenza
CONFCOMMERCIO AREZZO

Da Confcommercio un plauso al Comune di Arezzo per il sì alle consegne a domicilio con l’auto

Il plauso di Confcommercio Arezzo al sindaco Ghinelli e all'assessore Comanducci per l'ordinanza che consente l'utilizzo delle auto per la consegna a domicilio. La vicedirettrice Catiuscia Fei: Ringraziamo il sindaco del Comune di Arezzo Alessandro Ghinelli e l’assessore alle attività produttive Marcello Comanducci per aver preso a cuore la questione delle consegne a domicilio e per averla risolta in tempi brevissimi".

In evidenza
RISTORATORI CONFCOMMERCIO AREZZO

“Autorizziamo il Take Away in ristoranti e pasticcerie: è comodo e sicuro per operatori e clienti”

Lo chiede il presidente dell’Associazione Ristoratori Aretini Federico Vestri per conto dei colleghi di ristoranti, pizzerie, pasticcerie e gelaterie: “l’asporto sarà parte importante della ristorazione del futuro, perché inizialmente, dopo il lockdown, molti clienti preferiranno consumare i pasti in casa anziché in locali più o meno affollati. Possiamo garantire la stessa sicurezza dei negozi, con molte meno file e brevi tempi di attesa. E allora perché posso prendere una porzione di lasagne, un pollo allo spiedo o una colomba pasquale dal supermercato e non posso ordinarla e ritirarla comodamente al ristorante e alla pasticceria sotto casa”. Per adesso, per gli oltre 500 ristoranti e pizzerie e le circa 200 tra pasticcerie e gelaterie della provincia di Arezzo l’unica strada percorribile per lavorare è quella della consegna a domicilio, “ma è più complessa, assai onerosa e in molti casi ci costringe a rivolgersi per il trasporto a società terze che non coprono tutti i territori”.

In evidenza
SICUREZZA

Rischio legionella, le regole per le strutture ricettive

Aumentano i casi di Legionellosi tra i clienti di strutture turistico-ricettive. Si tratta di una grave forma di polmonite che si contrae per inalazione di microscopiche goccioline d’acqua contenenti batteri del genere Legionella e può addirittura provocare la morte. Scopri quali sono le aree più a rischio e come fare per evitare pericoli. Per informazioni e assistenza: Ufficio Sicurezza Confcommercio Arezzo, telefono 0575350755, email sicurezza@confcommercio.ar.it

In evidenza
SICUREZZA ALIMENTARE

"La ristorazione non è un mestiere per tutti"

A seguito dei controlli condotti a livello nazionale dai NAS nei locali che servono cibi etnici, che hanno portato alla denuncia di numerosissime irregolarità e a sequestri per 128 tonnellate di prodotti ittici, carnei e vegetali, la Fipe-Confcommercio interviene con una nota per ribadire che "per lavorare nel settore della ristorazione servono competenza, professionalità e rispetto delle regole". Chi non lavora secondo le regole, "crea danno ai consumatori ma anche agli imprenditori seri che operano nella legalità e con precisione e che sono penalizzati da notizie che mettono in cattiva luce il settore".

 
 
In evidenza
EVENTI CONFCOMMERCIO AREZZO

"Toscana Arcobaleno d'estate", gran finale al Prato di Arezzo

Si chiuderà ancora una volta nella città del Petrarca l’edizione 2019 della festa che dal 20 al 23 giugno coinvolgerà l’intero territorio regionale, lanciata dal quotidiano La Nazione e organizzata da Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana con  la collaborazione di Anci Toscana, Ente Bilaterale del Turismo Toscano, Confcommercio e altre categorie economiche. Una serata all’insegna di gusto, arte e cultura. E prima, venerdì 21 giugno, la manifestazione vedrà un’altra tappa in provincia di Arezzo con l’Aperitivo al Cassero di Montevarchi, dalle ore 19.