In evidenza

I DATI

Toscana, turismo all'aria aperta in lieve crescita

Lo conferma l’indagine previsionale 2021 a cura di Faita Toscana, che rappresenta le attività ricettive “open air” del sistema Confcommercio. ’attività di campeggi e villaggi turistici porterà in Toscana ...

Leggi

FINANZA AGEVOLATA

"Job Safety 2021", domande dal 10 maggio

La Camera di Commercio di Arezzo-Siena mette a disposizione voucher fino a 3.500 euro per l’acquisto di tamponi e dispositivi di sicurezza anti-Covid e per le operazioni di sanificazione di attrezzature e ambienti di l...

Leggi

L'INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE VALDARNO BIKE ROAD

Miniera Eco-days, il nuovo evento ecosostenibile

Domenica 23 maggio e domenica 13 giugno l’area mineraria Enel di Santa Barbara (Cavriglia-AR) sarà il cuore dell’iniziativa organizzata dall’Associazione Valdarno Bike Road insieme ad Enel, Comune di Cavriglia, Co...

Leggi

Archivio

Categoria: Associazione Ristoratori Italiani

In evidenza
FINANZA AGEVOLATA

Bonus ristorazione e divertimento, l'11 gennaio apre il bando

Come promesso prima di Natale, la Regione Toscana ha pubblicato il bando a sostegno delle imprese della ristorazione e del divertimento, che entro il 25 gennaio 2021 potranno presentare la loro domanda per ricevere un contributo a fondo perduto di 2.500 euro, che sarà erogato fino ad esaurimento dei fondi. Tra i requisiti da rispettare, quello relativo alla diminuzione di fatturato e corrispettivi di almeno il 40% nel confronto 1° gennaio 2020 - 30 novembre 2020 e lo stesso periodo del 2019. Per informazioni e assistenza, contattare Marco Poledrini: 0575 250755 - marco.poledrini@confcommercio.ar.it.

In evidenza
FINANZA AGEVOLATA

Ristorazione, al via le domande di accesso al bonus filiera

Possono essere inoltrate dal 15 novembre al 15 dicembre 2020 (proroga dei termini di presentazione da parte del Mipaaf con avviso n. 9338547 del 25/11/2020) collegandosi al “portale della ristorazione” ovvero recandosi presso gli Uffici postali negli orari di sportello. Il contributo consiste in un bonus di massimo 10mila euro per le spese sostenute per l'acquisto prodotti di filiere agricole ed alimentari del territorio, compresi prodotti vitivinicoli. Per info: Confcommercio Arezzo (Marco Poledrini), tel. 0575 350755, marco.poledrini@confcommercio.ar.it

In evidenza
FINANZA AGEVOLATA

Ristorazione, arrivano 600 milioni a fondo perduto

Il provvedimento, stanziato per l’anno 2020, è destinato alle imprese del settore ristorazione per l'acquisto di prodotti, inclusi quelli vitivinicoli, di filiere agricole e alimentari, anche  DOP  e IGP, valorizzando la  materia  prima  di  territorio. Le modalità di richiesta verranno fissate con un successivo decreto. Per maggiori informazioni contattare Marco Poledrini, responsabile progetti speciali Confcommercio Arezzo, allo 0575 350755 o inviando una mail a marco.poledrini@confcommercio.ar.it.

In evidenza
RISTORATORI IN PIAZZA

Protesta dei pubblici esercizi, a Firenze molti ristoratori aretini

Mercoledì 28 ottobre alle ore 11.30 in piazza Duomo su iniziativa della Fipe-Confcommercio Federico Vestri, Renato Pancini e Stefano Mearini, presidenti rispettivamente dei ristoratori, delle pizzerie e dei baristi della Confcommercio aretina, parteciperanno insieme ad altri colleghi alla mobilitazione indetta da Fipe in dieci città italiane. Obiettivo: ricordare il valore economico e sociale delle loro imprese e chiedere alla politica un aiuto per non morire. Presente anche il presidente dell’Unione Regionale Cuochi, l’aretino Roberto Lodovichi, che insieme a 30 chef toscani curerà l’allestimento in piazza Duomo di un “banchetto di protesta”: tovaglie stese a terra e apparecchiate di tutto punto per sei commensali, ma con piatti e bicchieri rovesciati. Perché “il piatto piange e la musica è finita”.

In evidenza
ECONOMIA

Pubblici esercizi, imprenditori col fiato sospeso

 

L'attesa si fa alta anche in provincia di Arezzo: il nuovo decreto in uscita a giorni dovrebbe confermare importanti misure per sostenere la categoria con indennizzi e ammortizzatori sociali, rilanciare i consumi e ripopolare i centri storici. Li anticipa la Confcommercio aretina . 

 

In evidenza
RISTORATORI CONFCOMMERCIO AREZZO

I ristoratori aretini: “basta con lo stop forzato. Siamo pronti a riaprire il 18 maggio”

Dalla riunione on line coordinata dalla Confcommercio è emersa la volontà chiara di tutti gli operatori del settore di accelerare i tempi della riapertura dei locali al pubblico. Il presidente provinciale Federico Vestri: “è importante riprendere l’attività, anche perché dovremo tutti abituarci a nuove regole per convivere con il Covid-19. Fermare tutto non basterà a farlo scomparire, mentre imparare a gestire responsabilmente la vita di tutti i giorni servirà ad arginarlo”. Tra le richieste inviate alle autorità anche quella di aree pubbliche a costo zero per ampliare all’esterno lo spazio dei locali, poi un sostegno all’occupazione attraverso a contributi a fondo perduto, moratoria sui pagamenti e rinegoziazione dei canoni di locazione; infine l’abbassamento dell’Iva sui cibi preparati e la deducibilità delle spese per la ristorazione. Intanto Fipe-Confcommercio nazionale lancia una petizione (https://bit.ly/2yLYWuS) per la riapertura al 18 maggio.

In evidenza
CONFCOMMERCIO AREZZO

Coronavirus, dal 24 aprile consentita la vendita di cibo da asporto

I clienti potranno fare solo prenotazioni telefoniche e on-line per evitare assembramenti fuori e dentro il locale. Lo ha deciso la Regione Toscana con l’Ordinanza n. 41 del 22 aprile 2020. Nel testo anche la conferma dell’autorizzazione all’apertura dei negozi al dettaglio di fiori e piante, poi della possibilità di vendere calzature per bambini. Concessa inoltre ai benzinai la facoltà di determinare liberamente l’orario del servizio.

In evidenza
CONFCOMMERCIO AREZZO

La Regione dice sì al "take away" in Toscana!

La presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini e il presidente regionale di Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi)-Confcommercio Aldo Cursano esprimono la propria piena e totale soddisfazione per l’ordinanza della Regione Toscana che autorizza la vendita per asporto nei pubblici esercizi, ovvero pizzerie, ristoranti, pasticcerie, gelaterie, bar e paninoteche. “Ringraziamo il presidente Enrico Rossi per aver accolto la nostra richiesta e la struttura di Confcommercio Toscana per aver lavorato con passione e determinazione su questo obiettivo”. 

In evidenza
RISTORATORI CONFCOMMERCIO AREZZO

La ristorazione dopo il lockdown

Quale sarà il futuro della ristorazione una volta conclusa la prima fase di gestione dell’emergenza sanitaria Covid 19?  Ne parliamo nella diretta Facebook in programma per martedì 22 aprile 2020 alle ore 10.30, insieme al presidente dell’Associazione Ristoratori Aretini Federico Vestri, al presidente dell’Associazione Pizzerie Aretine Renato Pancini, a Silvia Baracchi, chef stellato de Il Falconiere di Cortona, al presidente di AIS Toscana Cristiano Cini e al vicedirettore di Fipe-Confcommercio nazionale Luciano Sbraga. Modera gli interventi il responsabile delle categorie sindacali della Confcommercio aretina  Gian Luca Rosai.

In evidenza
CONFCOMMERCIO AREZZO

Da Confcommercio un plauso al Comune di Arezzo per il sì alle consegne a domicilio con l’auto

Il plauso di Confcommercio Arezzo al sindaco Ghinelli e all'assessore Comanducci per l'ordinanza che consente l'utilizzo delle auto per la consegna a domicilio. La vicedirettrice Catiuscia Fei: Ringraziamo il sindaco del Comune di Arezzo Alessandro Ghinelli e l’assessore alle attività produttive Marcello Comanducci per aver preso a cuore la questione delle consegne a domicilio e per averla risolta in tempi brevissimi".