In evidenza

CONFGUIDE AREZZO

Alla scoperta di Sansepolcro con le guide di Confcommercio

Dopo il grande successo del progetto Dentro Sansepolcro - Il Museo diffuso l’iniziativa proseguirà fino a settembre. Tutti i sabati alle ore 15 tour della città alla scoperta del patrimonio artistico e culturale di S...

Leggi

CONFCOMMERCIO TOSCANA

Toscana, meno ricavi e più assunzioni per le imprese del terziario

Tiene la liquidità, anche se un terzo di chi chiede credito alle banche non lo ottiene. Attivo il saldo fra nuove imprese e cessate: +1.929, a fronte di un calo in tutti gli altri comparti. Ma diminuisce la fiducia e st...

Leggi

PANIFICATORI

Costo del pane: sui quotidiani locali considerazioni inesatte e fuorvianti

I panificatori di Confartigianato e Confcommercio replicano alla denuncia degli agricoltori...

Leggi

Archivio

Categoria: FIPE

In evidenza
FIPE-CONFCOMMERCIO

Prodotti alimentari, attenti all'etichetta

Col nuovo decreto legislativo 145/2017 chi mette in vendita cibi senza indicare luogo di produzione e confezionamento rischia multe fino a 15 mila euro. L’obbligo entra in vigore dal 9 maggio e riguarda esclusivamente gli alimenti prodotti in Italia. Si consiglia agli esercenti di controllare i prodotti e restituire ai fornitori quelli con etichettatura incompleta.

In evidenza
FIPE-CONFCOMMERCIO

Cosap, cosa cambia a Cortona per negozi e pubblici esercizi

Martedì 17 aprile, alle ore 14.30 incontro con i tecnici comunali e gli operatori di bar, ristoranti e attività commerciali del centro storico per parlare del nuovo regolamento sull’occupazione dello spazio pubblico, in vigore da gennaio, e analizzare le nuove tariffe. L’appuntamento, ad ingresso libero, è nei locali del ristorante Tonino di Cortona, in piazza Garibaldi 1.

In evidenza
REGOLAMENTO

Somministrazione alcolici, "Bene le nuove regole del Comune di Arezzo"

Positivo il parere delle associazioni di categoria dopo l’approvazione definitiva del nuovo regolamento: “Abbiamo compreso e condiviso fin dall’inizio gli obiettivi che l’Amministrazione si poneva con il nuovo regolamento, ovvero stroncare il fenomeno dell’abuso di alcol ed evitare quei fenomeni di degrado che spesso vi sono collegati”. “Le nostre richieste nella stesura definitiva del regolamento sono state tenute di conto, portando alle 22 il limite orario entro cui poter vendere bevande alcoliche da asporto".

In evidenza
FIPE-CONFCOMMERCIO

Cento euro in più per 75mila dipendenti in Toscana

Questi i numeri principali del nuovo CCNL del settore ristorazione “fuori casa”, rappresentato in Toscana da oltre 22.500 mila imprese fra ristoranti, bar, mense e catering e 75mila addetti. Tra i soggetti firmatari dell’accordo ci sono per la parte datoriale Fipe-Confcommercio, Angem (ristorazione collettiva) e il mondo della cooperazione con Legacoop; per la parte sindacale Filcams CGIL, Fisascat CISL e Uiltucs UIL. Tra le novità, oltre all’aumento in busta paga di €100 lorde, il rafforzamento dell’assistenza sanitaria integrativa, la durata quadriennale e importanti innovazioni mirate al recupero di produttività, come una maggiore flessibilità oraria. Il direttore della Confcommercio Toscana Franco Marinoni: “finalmente il primo contratto specifico per il comparto della somministrazione, uno dei più strategici e di punta del made in Italy”. Il presidente di Fipe-Confcommercio Toscana Aldo Cursano: “per le nostre imprese la flessibilità è uno strumento essenziale di competizione e il nuovo CCNL tiene in considerazione il carattere imprevedibile e discontinuo dei flussi di lavoro”. Per Marco Conficconi (Uiltucs UIL Toscana): “un accordo che stabilisce alcune novità su argomenti fondamentali quali partecipazione, formazione e bilateralità”. Per Carlo Di Paola (Fisascat CISL Toscana): “siamo riusciti a definire un nuovo impianto contrattuale che prevede importanti incrementi economici e il potenziamento degli interventi di Welfare”.

In evidenza
AUTISM FRIENDLY

Nasce ad Arezzo la rete di esercizi "Autism Friendly"

Firmato venerdì 23 febbraio nella sede della Confcommercio il protocollo di intesa che, in via sperimentale, coinvolge diciassette attività commerciali di Arezzo e dintorni (tra bar, ristoranti, negozi di abbigliamento e di ottica, edicole, librerie e perfino un vivaio). L’obiettivo: agevolare i percorsi di autonomia delle persone con autismo e restituire alle loro famiglie un clima di “normalità”. Presto saranno realizzati gli incontri formativi per preparare gli esercenti ad organizzare la migliore accoglienza.

In evidenza
FIPE

Allergeni, multe a chi non li indica

Dal 9 maggio 2018 entra in vigore il D.Lgs. n. 231/2017 che contiene le disposizioni applicative in materia di etichettatura degli alimenti. Previste sanzioni fino a 24mila euro per l’omessa indicazione degli allergeni su menù, apposito registro o in altra modalità. Confermata anche l’obbligatorietà  di indicare i prodotti decongelati e di avere un cartello completo con tutti gli ingredienti usati nei prodotti, oltre che degli allergeni specifici per singolo prodotto.

In evidenza
FIPE

Pubblici esercizi, arriva il nuovo CCNL

Tra le novità l’aumento in busta paga di €100 a regime, il rafforzamento dell’assistenza sanitaria integrativa, la durata quadriennale e importanti innovazioni mirate al recupero di produttività. Per informazioni sull’applicazione, le imprese del settore “fuori casa” possono contattare l’Ufficio Paghe della Confcommercio di Arezzo al numero di telefono 0575350755

 

Nasce ad Arezzo il progetto “Autism Friendly”

Su iniziativa di Confcommercio e dell’associazione Arezzo Autismo nasce la rete di negozi ed esercizi disponibili a curare l'accoglienza di persone con autismo e delle loro famiglie.

In evidenza
LUTTO

Confcommercio sulla scomparsa di Paolo Frivoli

Dopo l'antiquario Artemio Buzzi è scomparso prematuramente un altro noto imprenditore aretino: Paolo Frivoli, anima del bar “Stefano” insieme ai fratelli Massimo, Marco e Simonetta. Il ricordo di Confcommercio nelle parole del presidente regionale Anna Lapini.

In evidenza
LA NUOVA LEGGE

Shopper a pagamento dal 1° gennaio, escluse quelle di carta

Tutte le buste di plastica, quelle biodegradabili e compostabili devono essere cedute solo previo pagamento e il costo deve risultare nello scontrino. Unica eccezione per le buste di carta, cedibili gratuitamente. Le raccomandazioni di Confcommercio agli esercenti.