In evidenza

CONFCOMMERCIO VALDARNO

Il Sabato è uno spettacolo a SGV: in arrivo la "Festa del pane"

Sabato 19 e domenica 20 ottobre arriva nella città del Marzocco la festa dedicata all’alimento più conosciuto al mondo. Dalle 9.30  in piazza Cavour sarà possibile degustare e acquistare pane e specialità da f...

Leggi

AREA FINANZA CONFCOMMERCIO AREZZO

Scontrino elettronico, Confcommercio spiega cosa accadrà dal 1° gennaio

Lunedì 21 ottobre, alle ore 14.30, la sede di Confcommercio Arezzo ospita l’incontro sullo scontrino elettronico, che dall’inizio del 2020 diventa obbligatorio per la maggior parte delle categorie commerciali. Ne pa...

Leggi

"Ictus, pochi minuti valgono una vita", ad Arezzo seconda tappa degli incontri formativi rivolti al pubblico

Dopo l’esordio lucchese del 1° ottobre scorso, giovedì 17 ottobre alle ore 15 nella sede della Confcommercio aretina arriva in città il convegno aperto alla cittadinanza su come riconoscere, prevenire e curare l’i...

Leggi

Archivio

Categoria: FIPE

PUBBLICI ESERCIZI

Ristorazione, si fa il punto sugli occupati

A Firenze nell’ambito di Food and Wine in Progress, il grande evento delle eccellenze d’Italia e di Toscana in programma fino a lunedì 28 novembre alla Stazione Leopolda, è in programma un talk show sull'occupazione nel settore dei pubblici esercizi. A moderarlo il direttore di Italia a Tavola Alberto Lupini. Ospiti sul palco il presidente della Federazione italiana cuochi Rocco Pozzulo, il presidente dell’Associazione italiana sommelier Antonello Maietta e il vicepresidente vicario di Fipe-Confcommercio Aldo Cursano. Spunto del dibattito i dati dell’indagine di Fipe-Confcommercio sull’impatto occupazionale della ristorazione, che saranno presentati dal direttore del Centro Studi Luciano Sbraga

PUBBLICI ESERCIZI

Bar, "chiediamo più regole per l'apertura delle nuove attività"

Presto Arezzo potrebbe avere un regolamento che, con poche e semplici misure, razionalizzi le nuove aperture di bar almeno in centro storico. L’assessore Marcello Comanducci, che ha ricevuto in Comune ad Arezzo una delegazione di rappresentanti della Fipe-Confcommercio aretina guidata dal presidente della categoria Stefano Mearini, si è infatti dichiarato disponibile a valutare l’adozione di parametri qualitativi per dare il nulla osta a chi vuole aprire un nuovo bar in centro. “Così si possono arginare gli effetti della liberalizzazione e garantire la dovuta qualità ai consumatori”, sottolinea il presidente della Fipe aretina Stefano Mearini. All’ordine del giorno nell’incontro anche abusivismo e concorrenza sleale, sicurezza e decoro urbano. I baristi hanno poi chiesto al Comune di essere coinvolti nella promozione turistica del territorio: “i nostri bar come punti di accoglienza e informazione”. Secondo Comanducci, un progetto in questo senso potrebbe già vedere la luce nel 2017.

PUBBLICI ESERCIZI

Arezzo, i baristi chiedono più sicurezza

All’indomani dei furti subiti da due locali del capoluogo (il Caffè di Piazza di piazza Giotto e il bar Magi di via Vittorio Veneto), interviene il presidente provinciale di Fipe-Confcommercio Stefano Mearini, alla sua prima uscita pubblica dopo la recente nomina alla guida dei baristi aretini. “Lavorare sulla strada è diventato difficile, chiediamo più controlli”. Venerdì 28 ottobre i vertici di Confcommercio saranno ricevuti dal Questore. Mearini, 52 anni, titolare ad Arezzo dell’Enoteca Charleston fondata dai genitori Lucio e Marisa, è figlio d’arte anche nell’impegno sindacale: il padre Lucio scomparso nel 2014 è stato a lungo presidente della Fipe aretina. Con Stefano a guidare la categoria per i prossimi quattro anni ci sono anche i vicepresidenti Alessandro Ferretti, titolare della Bottega degli Illustri di Arezzo ed Emanuele Gallorini, titolare del bar Il Drago e del ristorante Tirovino a Castiglion Fiorentino e di un locale ad Arezzo. Nel loro programma, oltre alla priorità della sicurezza, ci sono anche la lotta l’abusivismo e alla concorrenza sleale e l’impegno a coinvolgere i pubblici esercizi nella promozione del territorio.
LA PROPOSTA

"Toscana e Firenze, capitali dell'enogastronomia"

Si è chiusa a Firenze la due giorni del premio Italia a Tavola, che ha raccolto in città il gotha della ristorazione italiana, con il patrocinio del Comune di Firenze e l’organizzazione del network Italia a Tavola insieme a Confcommercio Toscana, Fipe (Federazione italiana Pubblici Esercizi) ed Ebtt. E all'indomani dell'evento, Confcommercio lancia una proposta: far diventare Firenze capitale italiana dell’enogastronomia e dell’arte raffinata dell’accoglienza. La presidente Anna Lapini: "il cibo resta una delle attrazioni più forti per i turisti che arrivano in Italia da tutto il mondo; nella lista delle loro valutazioni, spesso ristoranti e pasticcerie compaiono prima di musei e spiagge". Il presidente di Fipe-Confcommercio Toscana Aldo Cursano: “con il Premio Italia a Tavola vogliamo fondare un nuovo Rinascimento per l’enogastronomia e il turismo italiano e Firenze ci sembra il luogo ideale da dove ripartire”.

SCADENZE

Siae, proroga al 18 marzo

Posticipata al 18 marzo la scadenza per pagare i diritti annuali SIAE relativi agli strumenti musicali e agli apparecchi meccanici, obbligatori per chi diffonde musica d'ambiente nel proprio negozio o esercizio. Gli associati Confcommercio possono avvalersi di una speciale riduzione. Per informazioni, contattare la sede dell'associazione di categoria più vicina.

Consigli per una ristorazione più "sostenibile"