In evidenza

RISTORATORI IN PIAZZA

Protesta dei pubblici esercizi, a Firenze molti ristoratori aretini

Mercoledì 28 ottobre alle ore 11.30 in piazza Duomo su iniziativa della Fipe-Confcommercio Federico Vestri, Renato Pancini e Stefano Mearini, presidenti rispettivamente dei ristoratori, delle pizzerie e dei baristi...

Leggi

MARKETING

Welfare Forum Digital Edition

Giovedì 29 ottobre dalle ore 11 alle ore 13 si svolge on line il più importante evento italiano dedicato al welfare aziendale e al settore delle risorse umane. Per partecipare, è sufficiente registrarsi al seguente li...

Leggi

L'EVENTO

Un Natale "diverso" per Arezzo

La vicedirettrice della Confcommercio aretina spiega le motivazioni che hanno portato ad annullare per quest'anno la realizzazione del Mercatino Tirolese di piazza Grande e degli altri eventi di animazione che Confcommer...

Leggi

Archivio

Categoria: Giovani

Renato Pancini
FORMAZIONE

Pizzaiolo, una figura da riscoprire

"I pizzaioli bravi sono più rari degli chef e noi facciamo fatica a trovarli", racconta il presidente dell'Associazione Pizzerie Aretine Renato Pancini. Chi volesse sperimentarsi nel mestiere può ora iniziare dall’”abc”, frequentando il corso di formazione organizzato ad Arezzo dalla Confcommercio, che fra aprile e maggio partirà in ben due edizioni: una pomeridiana e l’altra serale, per permettere anche a chi eventualmente avesse un’occupazione di frequentare le lezioni. 40 ore per avere un solido inquadramento teorico su cui innestare la pratica nei locali. 

L'INIZIATIVA

Franchising, se ne parla ad Arezzo

Su iniziativa di Assofranchising e Confcommercio, giovedì 16 febbraio dalle ore 9.30 la sede della Confcommercio aretina ospita l'incontro aperto gratuitamente agli imprenditori che vogliono riconvertire la propria attività e agli aspiranti imprenditori che cercano nuove opportunità di lavoro. Ci sarà spazio anche per i colloqui individuali con gli esperti dello Sportello Franchising e con i rappresentanti di alcune imprese “franchisor” (100Montaditos, Chiediloal Farmacista, Fiorito, Gruppo Europa, Loewengrube e UniPoste), che forniscono agli operatori interessati marchi, prodotti e strategie di marketing.

L'EVENTO

Oltre 400 studenti al teatro Petrarca per parlare di contraffazione e abusivismo

Si è svolta il 9 febbraio su iniziativa della Confcommercio la tappa aretina del progetto nazionale di educazione all’acquisto legale “Fermiamo la contraffazione”, rivolto ai ragazzi degli istituti superiori. Ha aperto la mattina il direttore regionale di Confcommercio Toscana Franco Marinoni. A spiegare le finalità del progetto la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini, che lo segue in ogni sua tappa italiana in qualità di membro della giunta nazionale Confcommercio con incarico alla legalità e alla sicurezza. Poi, dopo la messa in scena dello spettacolo “Tutto quello che sto per dirvi è falso” con l’attrice Tiziana Di Masi, c’è stato il dibattito, moderato dal direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, al quale hanno partecipato anche gli studenti ponendo alcune domande agli ospiti sul palco: insieme alla presidente Anna Lapini, il Prefetto di Arezzo Clara Vaccaro, il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, il comandante della Guardia di Finanza di Arezzo Andrea Tesi e il provveditore agli studi di Arezzo e Siena Roberto Curtolo.

CREDITO

Microcredito alle start up

La Regione Toscana sostiene le nuove imprese costituite da donne, giovani under 40 e lavoratori destinatari di ammortizzatori sociali con finanziamenti a tasso zero che coprono le spese per beni materiali e immateriali (da macchinari e attrezzature a licenze e brevetti), ma anche per le utenze, l’affitto o l’acquisto della merce.

 

L'INIZIATIVA

Il 9 febbraio al Teatro Petrarca di Arezzo è di scena la legalità

Dalle ore 10, oltre quattrocento studenti delle scuole superiori di Arezzo parteciperanno insieme agli imprenditori del terziario all’appuntamento ideato dalla Confcommercio per denunciare i pericoli della contraffazione e dell’abusivismo commerciale. Introduce la mattina la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini, membro della giunta nazionale Confcommercio con incarico alla sicurezza e alla legalità. Seguirà lo spettacolo “Tutto quello che sto per dirvi è falso”, scritto da Andrea Guolo e interpretato da Tiziana Di Masi, poi il dibattito moderato dal direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni e animato dagli stessi studenti, che potranno rivolgere le loro domande sul tema al Prefetto di Arezzo Clara Vaccaro, al sindaco Alessandro Ghinelli, al comandante della Guardia di Finanza di Arezzo Andrea Tesi, al provveditore agli studi Roberto Curtolo e alla presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini. Quella aretina è la prima tappa del 2017 di un progetto nazionale che lo scorso anno ha già toccato le città di Cosenza, Palermo, Lamezia Terme, Rieti e Foggia.

 

LEGALITA'

Confcommercio porta la legalità in teatro con le scuole

Tappa aretina per il progetto nazionale di educazione all’acquisto legale e responsabile ideato dall’associazione di categoria e dedicato in particolare ai giovani. Giovedì 9 febbraio alle ore 10 al Teatro Petrarca di Arezzo lo spettacolo di denuncia sui pericoli della contraffazione “Tutto quello che sto per dirvi è falso”, con l’attrice Tiziana Di Masi. Poi il dibattito animato dagli studenti delle classi quarte e quinte degli istituti superiori aretini, che rivolgeranno le loro domande al Prefetto di Arezzo Clara Vaccaro, al sindaco Alessandro Ghinelli, al comandante della Guardia di Finanza di Arezzo Andrea Tesi, alla presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini e al dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale Roberto Curtolo. Modera gli interventi il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni. Apre l’incontro la presidente Anna Lapini, che in questi mesi sta girando l’Italia in qualità di membro della giunta nazionale Confcommercio con incarico alla sicurezza e alla legalità. Le scuole interessate a partecipare alla manifestazione possono contattare la sede Confcommercio di Arezzo al numero di telefono 0575350755.

FORMAZIONE

Come prepararsi un futuro da cuoco

Nel 2017 nuova edizione per il corso di formazione professionale dedicato ai futuri cuochi: 900 ore, di cui 230 di stage nelle aziende, per diventare subito operativi nelle cucine di mense, ristoranti e aziende di catering. E trovare più facilmente un'occupazione, visto che cuochi e aiuti cuochi sono tra le figure professionali più ricercate sul mercato del lavoro. Le lezioni si tengono nella nuova sede dell'Accademia del Gusto, in via Newton 34 (zona Pratacci) ad Arezzo, che offre uno spazio polifunzionale ampio e ben attrezzato per ospitare corsi ed esercitazioni pratiche legate al mondo del food. Per saperne di più, contattare l'Ufficio Formazione di Confcommercio al numero 0575350755 oppure scrivere a formazione@confcommercio.ar.it.

FORMAZIONE

Barman, che passione!

Dal 16 gennaio l'Accademia del Gusto di Arezzo ospita un corso di formazione di 40 ore per aspiranti barman o per gli operatori dei pubblici esercizi che intendono migliorare le proprie abilità nella preparazione di aperitivi e cocktail. Dieci incontri di 4 ore ciascuno, il lunedì e il mercoledì, per imparare i segreti del mestiere: da come usare gli attrezzi da lavoro e le varie tipologie di bicchiere ad una estesa panoramica sulle bevande pre dinner e after dinner (distillati, liquori, vermouth e sciroppi, wine cocktail, analcolici e digestivi), fino alla miscelazione dei cocktail.

LA RICERCA

Ristorazione italiana in crescita. Sale l'occupazione. Mancano i cuochi

Secondo l’indagine di Fipe-Confcommercio presentata alla Leopolda di Firenze nell’ambito di Food and Wine in Progress, in Italia crescono i consumi per i pasti fuori casa mentre diminuisce la spesa alimentare. Bar e ristoranti hanno ripreso ad assumere: +96mila addetti dal 2008 al 2015. Il 72% dei dipendenti è under 40. Uno su quattro è straniero e oltre il 50% è donna. Più di otto su dieci hanno un contratto a tempo indeterminato. Eppure le imprese fanno ancora fatica a trovare persone preparate per alcune mansioni, c’è quindi spazio per i giovani, a patto che seguano una formazione adeguata. «La ristorazione ha bisogno dei giovani e non solo negli ambiti classici della cucina e dalla sala. », sottolinea il presidente di Fipe Confcommercio Toscana Aldo Cursano, “c’è per esempio da fare un passo avanti nella digitalizzazione delle imprese e nello story telling. I giovani sanno dialogare con il web, con il mondo delle recensioni, sono in grado di far passare all’esterno quei valori e quella qualità che le nostre aziende coltivano al loro interno. È con il linguaggio della contemporaneità che si comunicano i valori della tradizione».

PUBBLICI ESERCIZI

Ristorazione, si fa il punto sugli occupati

A Firenze nell’ambito di Food and Wine in Progress, il grande evento delle eccellenze d’Italia e di Toscana in programma fino a lunedì 28 novembre alla Stazione Leopolda, è in programma un talk show sull'occupazione nel settore dei pubblici esercizi. A moderarlo il direttore di Italia a Tavola Alberto Lupini. Ospiti sul palco il presidente della Federazione italiana cuochi Rocco Pozzulo, il presidente dell’Associazione italiana sommelier Antonello Maietta e il vicepresidente vicario di Fipe-Confcommercio Aldo Cursano. Spunto del dibattito i dati dell’indagine di Fipe-Confcommercio sull’impatto occupazionale della ristorazione, che saranno presentati dal direttore del Centro Studi Luciano Sbraga