In evidenza

LA GRANDE MANIFESTAZIONE

Il terziario aretino si mobilita: lunedì 1° marzo Confcommercio e Confesercenti portano in centro imprenditori e lavoratori

Presentata il 25 febbraio 2021 ad Arezzo, nella conferenza stampa ospitata dalla Camera di Commercio, la manifestazione “Salviamo le imprese. Salute e lavoro possono convivere”. In contemporanea c...

Leggi

GRUPPO PSICOLOGI CONFCOMMERCIO AREZZO

Cura mentale della persona, se ne parla in diretta Facebook

Giovedì 25 febbraio alle ore 18, nella pagina ufficiale di Confcommercio Arezzo, il collegamento con il prof. Stefano Pallanti, esperto in terapie di Neuromodulazione, e con la psicologa e psicoterapeuta Christina Bachm...

Leggi

FORMAZIONE CONFCOMMERCIO

For.Te, lo strumento giusto per formare i tuoi dipendenti

Grazie al Fondo istituito da Confcommercio e dai sindacati dei lavoratori potrai usufruire di corsi gratuiti su social marketing, social shopping ed e-commerce. Per info: Formazione Confcommercio Arezzo, 0575 350755 – ...

Leggi

Archivio

Categoria: Indagini

L'INDAGINE

Turismo, Toscana la meta più richiesta d'autunno

Secondo l’indagine condotta da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l’Istituto Piepoli, otto italiani su dieci si dichiarano intenzionati a viaggiare in Italia. Al primo posto nella classifica delle mete preferite compare la Toscana con le sue città d’arte, poi ci sono il Trentino Alto Adige, la Lombardia, il Veneto e il Lazio. La presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini: “un bel risultato per la Toscana, che si dimostra ancora una volta una meta ideale per tutte le stagioni: dalle località di mare per l’estate alle città d’arte delle stagioni di mezzo fino alla montagna”. Tra le motivazioni del viaggio ci sono la ricerca del riposo e il prendersi cura, di sè o dei propri cari, Più corta la durata media del soggiorno, che si attesta intorno ai 3,9 giorni (era di 7,4 ad agosto).
VALDARNO

Valdarno, Confcommercio "conta" le imprese

Sono 4.224, su un totale di 8.803, le imprese afferenti al mondo del terziario rappresentato dall'associazione di categoria. In pratica, una su due secondo il registro camerale aggiornato al secondo semestre 2016. E sono la componente più dinamica del sistema imprenditoriale della vallata, che nel complesso in dieci anni ha perduto 468 unità (erano 9.271 nel 2006) per la crisi che si è abbattuta soprattutto su produzione ed edilizia.