In evidenza

CONFCOMMERCIO VALDARNO

"In Valdarno lo shopping tiene, ma le famiglie sono frenate dall'incertezza sul futuro"

Laura Cantini, responsabile delegazione Confcommercio di San Giovanni Valdarno, fa il bilancio dei saldi invernali 2018. In generale, la situazione del commercio è ancora difficile per via dell'incertezza politica ...

Leggi

CONSORZIO SVILUPPO PRATACCI

A Pratacci l'idea di un distretto della creatività intitolato a Giorgio Vasari

Giovedì 14 febbraio 2019 il Consorzio Sviluppo Pratacci ha presentato agli imprenditori dell’area il progetto di rigenerazione urbana che potrebbe trasformare l’area in una cittadella multifunzionale dove le attivit...

Leggi

CRISI E45

Crisi E45, al lavoro il tavolo regionale per il ristoro dei danni subiti dalle aziende

Martedì 12 febbraio si è tenuto il tavolo regionale a Pieve Santo Stefano, alla presenza delle associazioni di categoria per affrontare il tema dei danni alle imprese. L'obiettivo è quello di definire quanto prim...

Leggi

Archivio

Categoria: Territori

In evidenza
AREZZO

Area Pratacci, nuove prospettive di sviluppo

Giovedì 14 febbraio alle ore 17 nella sede della Banca Popolare di Cortona in via Spallanzani 31 il Consorzio Sviluppo Pratacci chiama a raccolta gli imprenditori dell’area alle porte di Arezzo per illustrare gli ultimi progetti di riqualificazione. A guidare l’incontro il presidente del Consorzio Alberto Bidini. Con lui anche la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini e l’architetto Massimiliano Baquè. 

 

In evidenza
VALDICHIANA

Confcommercio: "no al trasferimento del Conad di Camucia"

Per il presidente della delegazione territoriale Marco Molesini si tratta di un ulteriore colpo al piccolo commercio, già fortemente provato. Meglio procedere con altre misure per far ritrovare a Camucia la sua vitalità: su tutte, i lavori per il recupero della stazione ferroviaria e dell'area della Maialina”.

 

 

In evidenza
VALTIBERINA

Confcommercio plaude al nuovo coordinamento turistico dei Comuni valtiberini

Il responsabile della delegazione territoriale Massimiliano Micelli: “un atto di responsabilità, mettere da parte i campanilismi che troppo a lungo hanno depotenziato la nostra offerta turistica. Ora finalmente abbiamo un sistema per far dialogare imprese private e amministrazione pubblica. Per la Valtiberina una opportunità in più di entrare da protagonista nel panorama a turistico regionale, perché le risorse naturalistiche o artistiche da sole non bastano per richiamare visitatori, ci vogliono governance e organizzazione”.
 
In evidenza
VALDICHIANA

Castiglion Fiorentino, un anno ricco di eventi

Confcommercio fa il bilancio del 2018 sotto il profilo delle manifestazioni, più numerose rispetto agli ultimi anni, che sono riuscite a portare gente in città regalando sprint agli affari di negozi, bar e ristoranti. Il presidente della delegazione castiglionese di Confcommercio Daniele Fucini: “finita l’austerity del passato, dopo anni molto difficili in cui noi imprenditori siamo rimasti soli a fare quasi tutto, ora l’Amministrazione è tornata finalmente a lavorare come si deve per promuovere la città. Ne diamo atto alla Giunta Agnelli”. Il presidente del Centro Commerciale Naturale Remo Castellani: “un 2018 ricco di iniziative, e ora chiudiamo in bellezza”

In evidenza
L'EVENTO

Mercatini di Natale ad Arezzo, arrivederci al 2019

Conclusa con grande successo la maratona natalizia che dal 17 novembre ha visto impegnata in prima fila la Confcommercio per l’animazione del centro storico. Il Villaggio Tirolese si è confermato spinta fondamentale per il successo della Città del Natale, che prosegue ora fino al 6 gennaio con le altre iniziative messe in piedi da Comune e Fondazione Arezzo Intour. Ottima l'affluenza anche nei giorni di Natale. Già allo studio l’edizione 2019, che fra rinnovamenti e migliorie partirà il 16 novembre. 

In evidenza
L'EVENTO

Nasce il 'triangolo d'oro' del Natale in Toscana

Arezzo, Cortona e Montepulciano si alleano per proporre un itinerario turistico a tema natalizio, fra romantici mercatini, case di Babbo Natale, ruote panoramiche, piste di pattinaggio e animazioni varie. L'iniziativa voluta dalle Amministrazioni Comunali in collaborazione con la Confcommercio aretina, l’Associazione culturale Lux di Cortona e l’Associazione Vivi Montepulciano è stata presentata a Firenze nella sede del Consiglio Regionale. Presenti insieme al presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani e alla vicepresidente Lucia De Robertis, l’assessore al turismo del Comune di Arezzo e presidente della Fondazione Arezzo Intour Marcello Comanducci, gli assessori alle attività produttive di Cortona Luca Pacchini e di Montepulciano Michele Angiolini, la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini e i presidenti delle associazioni Lux e Vivi Montepulciano.

 

 

In evidenza
L'EVENTO

Mercato internazionale, taglio del nastro al sapor latino

Si è aperta oggi (venerdì 19 ottobre 2018) ad Arezzo la kermesse organizzata su iniziativa di  Confcommercio e Fiva. Inaugurazione di fronte allo stand spagnolo della ‘parrilla’ e a quello venezuelano delle empanadas, alla presenza di autorità e organizzatori, in testa l’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli, la vicepresidente del Consiglio Regionale della Toscana Lucia De Robertis, il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, l’assessore alle attività produttive Marcello Comanducci, la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini e il direttore regionale Franco Marinoni. Stand aperti fino a domenica 21 con orario continuato dalle 9 alle 2 di notte. Tra area Eden, piazza San Jacopo e piazza Sant’Agostino il “triangolo d’oro” del gusto e dei colori, dove le lingue e le culture si mescolano in una geografia senza confini.  Per la città una tre-giorni intensa fra degustazioni, shopping, musica e visite guidate. Tra gli eventi collaterali: sabato 20 la ‘notte bianca’ con l’apertura dei negozi fino alle ore 23 e domenica 21 il Mercatino dei Ragazzi del Calcit in piazza Grande.

 

VALDARNO

Loro Ciuffenna in festa ad agosto

Domenica 5 agosto e domenica 12 agosto due appuntamenti da non perdere nel piccolo borgo ai piedi del Pratomagno: prima la nona edizione della "Bisteccata", cena lungo il Ciuffenna (prenotazione consigliata al numero di telefono 0559171025 oppure 3397961905), poi la fiera di mezza estate, che porta in centro oltre ottanta espositori di antiquariato, collezionismo, arti e mestieri, tra i negozi aperti. Le due iniziative rientrano nell’ambito delle attività di animazione del Centro Commerciale Naturale, con il patrocinio del Comune di Loro Ciuffenna, il supporto operativo della Confcommercio e il contributo di Regione Toscana e Banca del Valdarno.
 
In evidenza
TARI

Rifiuti, le imprese toscane fra le più tartassate

L’esempio: un ristorante toscano paga quasi 23 euro al metro quadrato per lo smaltimento dei rifiuti, in pratica quasi il doppio della media nazionale, pari a € 13,72. Va peggio solo in Liguria (26 euro), meglio in Trentino (7,71). La differenza nelle tariffe non è solo a livello regionale, ma anche provinciale, secondo l'indagine della Confcommercio: in Toscana le imprese del terziario più penalizzate sono quelle livornesi e fiorentine. Il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni: “una disparità di tariffe inaccettabile, mentre dovrebbe valere un solo principio: chi più inquina, più paga. Al danno, poi, si aggiunge la beffa: non è detto infatti che a tassazione più elevata corrispondano necessariamente migliori servizi”. La spesa per i rifiuti è superiore al fabbisogno nella metà dei Comuni capoluogo toscani. Livorno il meno virtuoso, mentre la  medaglia d’oro dell’efficienza se la aggiudica Lucca, seguita da Pistoia, Prato, Arezzo e Firenze. La richiesta: “rivedere con urgenza l’intero sistema tariffario dei rifiuti”.
 
In evidenza

In Toscana lo sciopero dei benzinai ex Esso

Il presidente dei benzinai toscani di Confcommercio Marino Milighetti ha spiegato in conferenza stampa insieme all'assessore regionale Stefano Ciuoffo e ai colleghi delle altre sigle sindacali le motivazioni della protesta che mercoledì 25 luglio ha portato i gestori a marchio Esso acquisiti da Petrolifera Adriatica a chiudere le pompe di benzina in Toscana, Marche e Abruzzo. "I nuovi proprietari pensano di scaricare i costi dell'acquisizione sui gestori e violano con arroganza le norme di settore, sottraendosi persino agli inviti del Mise a intavolare la trattativa per la definizione dell’Accordo economico".