Notizie

Franchising, se ne parla ad Arezzo

 

Giovedì 16 febbraio 2017 la sede Confcommercio di Arezzo (in via XXV Aprile 12) ospita il ‘roadshow’ dedicato al franchising, ideato da Assofranchising in collaborazione con la Confcommercio per  promuovere questa particolare formula di impresa commerciale, particolarmente indicata per chi vuole avviare una nuova impresa, o riconvertire la propria, senza partire da zero, ma affidandosi ad un marchio già affermato.

L’appuntamento, aperto gratuitamente sia agli imprenditori sia agli aspiranti tali, è per le ore 9.30 con l’accredito dei partecipanti e il caffè di benvenuto. I lavori si aprono ufficialmente alle ore 10 con i saluti della presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini e del presidente nazionale di Assofranchising Italo Bussoli. Seguono gli interventi tecnici di Emanuele Basile, coordinatore Sportelli Franchising Assofranchising, e Liala Basagni, responsabile dello Sportello Franchising aperto due anni fa presso la Confcommercio aretina. 

Molti gli aspetti del franchising che saranno presi in esame per offrire una panoramica esaustiva del settore: dalle caratteristiche specifiche che ha assunto in Italia a storia e  prospettive di crescita, dalle forme di finanziamento disponibili fino alla presentazione di alcuni noti brand (100Montaditos, ChiediloalFarmacista, Fiorito, Gruppo Europa, Loewengrube e UniPoste) che invieranno ad Arezzo i loro referenti per rispondere alle domande del pubblico.

Dopo la pausa pranzo, dalle ore 13 alle 14, gli interessati potranno trattenersi per i colloqui individuali con gli esperti di Assofranchising e con i referenti delle aziende franchisor, per capire meglio, sulla base della propria storia aziendale e personale, le migliori opportunità di business da esplorare.

“Il franchising consente di mettersi sul mercato appoggiandosi a brand già noti, utilizzando la loro selezione di prodotti o servizi e godendo degli strumenti di marketing e promozione che garantiscono”, spiega la responsabile dello sportello Franchising della Confcommercio aretina Liala Basagni, “è un sistema che offre molti vantaggi a chi non se la sente di rischiare troppo da solo, quindi può essere particolarmente adatto ai giovani e a chi vuole entrare nel commercio ma non ha troppa esperienza. Pur mantenendo una certa autonomia gestionale del negozio, infatti,  ci si può avvalere di procedure di marketing e comunicazione ben rodate e messe a punto dagli esperti del Franchisor, ovvero dell’azienda con la quale si è stretta la collaborazione”. 

“Anche chi desidera riconvertire la propria attività commerciale, magari esplorando nuove aree di mercato, può trovare nel franchising una buona soluzione”, prosegue Liala Basagni, “l’invito a chi vuole saperne di più, anche per semplice curiosità, è quello di partecipare all’incontro del 16 febbraio. Potranno incontrare direttamente i responsabili di alcuni grandi marchi e conoscere le loro proposte per farsi un’idea concreta di come lavorare in franchising”.

Condividi:

Torna indietro