Notizie

I rischi legati ai movimenti ripetitivi degli arti superiori

Cosa hanno in comune baristi, cuochi, macellai, camerieri, commessi, cassieri, impiegati, magazzinieri?

In realtà, infatti, svolgono mansioni profondamente diverse ma tutte con una stessa caratteristica: il movimento ripetitivo, ovvero ad alta frequenza, degli arti superiori. Una ripetitività che causa un sovraccarico biomeccanico ai danni di alcune parti del corpo e che, a lungo (ma nemmeno troppo!) andare, può causare dolori e danni fisici.

Per questo motivo, le autorità di vigilanza richiedono espressamente in allegato al DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) una valutazione dei rischi correlati al movimento ripetitivo di braccia e mani per determinate categorie di lavoratori.

Se nella tua azienda si profilano questi rischi, contattaci subito! Potremo valutarli insieme a te e aiutarti a redigere i necessari documenti per restare in regola con le normative sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Per informazioni o per prendere un appuntamento, puoi contattare l’Ufficio Sicurezza della Confcommercio di Arezzo (Matteo Pucci) al numero di telefono 0575 350755 oppure per email scrivendo a sicurezza@confcommercio.ar.it

Condividi:

Torna indietro