Notizie

Notti in Fortezza, sotto le stelle rivive un luogo magico

Dal 29 al 31 luglio 2016, in concomitanza con la manifestazione “Arezzo Back in Time”, Confcommercio organizza ad Arezzo la prima edizione di “NOTTI IN FORTEZZA”. Arte, cultura, spettacoli e cibo si intrecciano per offrire ad aretini e turisti tre serate speciali in un luogo d’eccezione: la Fortezza medicea, da poco restituita alla città dopo anni di attento restauro.

L’iniziativa è stata presentata oggi (giovedì 21 luglio 2016) nel corso della conferenza stampa alla quale hanno partecipato l’assessore alle attività produttive del Comune di Arezzo Marcello Comanducci, il presidente dell’Associazione Macellai Aretini Alberto Rossi e il presidente dell’Associazione Pizzerie Aretine Renato Pancini, che saranno fra i protagonisti delle serate, e il responsabile dell’area eventi di Confcommercio Gian Luca Rosai.

Ogni sera il programma di “Notti in Fortezza” proporrà dalle ore 19 a mezzanotte una serie di eventi declinati secondo tre argomenti principali: cultura, spettacolo e cibo.

La parte dedicata alla cultura prevede visite guidate gratuite per scoprire i segreti della Fortezza e le opere di Ivan Theimer insieme ad una guida professionale (turni alle ore 19.30 e alle ore 21 con partenza dall’ingresso, max 50 partecipanti a turno). Prevede inoltre (alle ore 21.30 e alle 23.30) la possibilità di osservare il cielo con le spiegazioni del gruppo Astrofili di Arezzo, che porteranno in fortezza un prezioso telescopio galileiano del Seicento insieme a più moderni telescopi professionali, con i quali si potranno osservare i pianeti (in particolare Marte e Saturno con i suoi anelli), le costellazioni e perfino gli ammassi globulari del profondo cielo.

La parte dedicata agli show vede un’apertura d’eccezione venerdì 29 luglio con l’emozionante spettacolo equestre e musicale dal titolo “Aspettando i barbari”, del noto cantautore emiliano Giovanni Lindo Ferretti, storico fondatore dei CCCP-Fedeli alla Linea, alle ore 20.30 in anteprima nazionale. Sabato alle ore 22.30 il lancio delle lanterne dei desideri, preceduto da animazione musicale, poi sabato e domenica dalle ore 22.30 l’esibizione degli Sbandieratori di Arezzo.

Per il ciboc’è invece “A tavola in Fortezza”, con la possibilità di degustare le specialità senza tempo della tradizione enogastronomica locale come le grigliate di carne, l’acqua cotta, la ‘tartara’ medioevale, la ciaccia fritta e le focacce ripiene di verdure, salumi e formaggi. Sapori antichi che rivivono nell’interpretazione moderna dei maestri macellai e pizzaioli aretini.

Gli stand, aperti dalle 19.30 alle 24, saranno posizionati nell’ovale della Fortezza. Offriranno quindi un’esperienza unica: mangiare al tramonto dal punto più alto e suggestivo della città, godendo il panorama sui tetti antichi e sui campanili del centro storico, così come sulla campagna nei dintorni.

Tra le curiosità proposte dall’Associazione Macellai Aretini guidata da Alberto Rossi, la rievocazione di alcuni metodi di preparazione degli alimenti usati nel medioevo: sabato 30 la cottura del maialino alla brace all’antica maniera, con la collaborazione dell’associazione storica Campus Leonis, poi domenica 31 la realizzazione della “Hachè”, la specialità a base di carne cruda macinata alla maniera dei tartari, che per frollare le carni usavano prima metterle sotto la sella dei cavalli e poi batterle con l’ascia. Un’operazione molto particolare e scenografica che sarà riproposta in diretta. Non mancheranno ovviamente sulla brace, regina delle tre serate, bistecche e hamburger di Chianina, oltre naturalmente ai salumi del territorio come la Tarese del Valdarno o la porchetta di Monte San Savino.

Rigorosamente a chilometro zero saranno anche le proposte dell’Associazione Pizzerie Aretine guidata da Renato Pancini, che si concentrerà in particolare su ricette mutuate da antichi ricettari: la “panina del re”, ovvero la panina coi ciccioli di maiale ancora presente nella tradizione aretina; infine le focacce ripiene in tre modi differenti (alla medievale con prosciutto e fichi, alla contadina con pere, pecorino, miele e noci, all’aretina con pulezze e rigatino). Proporranno anche le ciacce fritte e gustosi cartocci di coniglio fritto, “street food” già diffuso nel medioevo. Il tutto innaffiato con la birra a caduta del birrificio Canenero.

Per i più piccoli, “Notti in Fortezza” propone tutte le sere dalle ore 20 alle 24 le animazioni della Banda dei Piccoli Chef della Lilt, con i suoi divertenti laboratori culinari in versione rigorosamente medievale. I bambini, indossando abiti d’epoca forniti dall’organizzazione, potranno giocare con farine e grani di origine antica.

Condividi:

Torna indietro