Notizie

Nuovo Dpcm, la Toscana in area gialla

Il nuovo Dpcm per contrastare l’emergenza Coronavirus, firmato nella notte tra martedì 3 e mercoledì 4 novembre 2020 dal premier Giuseppe Conte, contiene sia norme valide per tutto il territorio nazionale, sia norme che valgono per specifici.

L’Italia è stata infatti divisa in tre aree (gialla, arancione e rossa) in base al rischio crescente di venire contagiati. Per adesso, la Toscana è stata inserita nelle zone gialle, ovvero a rischio più basso. Ma la classificazione, legata all’andamento della curva epidemiologica e decisa dal Ministero della Salute in base a 21 parametri scientifici (ad esempio: indice di contagio Rt, focolai, occupazione dei posti letto e saturazione delle terapie intensive negli ospedali, …), è solo temporanea e può essere soggetta a revisioni che la confermano o modificano. 

Tutte le misure contenute nel Dpcm 3 novembre 2020 sono in vigore da venerdì 6 novembre fino al 3 dicembre 2020.

Da ricordare che su tutto il territorio nazionale vige il divieto assoluto di spostamento dalle ore 5 alle 22, salvo comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, per i quali sarà necessaria l'autocertificazione.

Ecco, area per area, che cosa si potrà fare e cosa no in ognuno dei tre scenari, in base alle schede ufficiali fornite da Palazzo Chigi. Per la lettura integrale del testo si rimanda al sito del Governo (http://www.governo.it/it/articolo/coronavirus-il-presidente-conte-firma-il-dpcm-del-3-novembre-2020/15617) e alla Gazzetta Ufficiale (https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/11/04/20A06109/sg).

 

AREA GIALLA

- Vietato circolare dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Raccomandazione di non spostarsi se non per motivi di salute, lavoro, studio, situazioni di necessità.

- Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.

- Chiusura di musei e mostre.

- Didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori; didattica in presenza per scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie. Chiuse le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori.

- Riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico.

- Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

- Chiusura di bar e ristoranti alle ore 18. L’asporto è consentito fino alle ore 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

- Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi.



AREA ARANCIONE

- Vietato circolare della ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità, salute.

- Vietati gli spostamenti in entrata e in uscita da una Regione all’altra e da un Comune all’altro, salvo comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità. Raccomandazione di evitare spostamenti non necessari nel corso della giornata all’interno del proprio Comune.

- Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L’asporto è consentito fino alle ore 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

- Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.

- Chiusura di musei e mostre.

- Didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori; didattica in presenza per scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie. Chiuse le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori.

- Riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico.

- Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

- Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi.



AREA ROSSA


- È vietato ogni spostamento, anche all’interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute; vietati gli spostamenti da una Regione all’altra e da un Comune all’altro.

- Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L’asporto è consentito fino alle ore 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

- Chiusura dei negozi, fatta eccezione per supermercati, beni alimentari e di necessità.

- Restano aperte edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Chiusi i centri estetici.

- Didattica a distanza per la scuola secondaria di secondo grado, per le classi seconda e terza media. Restano aperte, quindi, solo le scuole dell’infanzia, le scuole elementari e la prima media. Chiuse le università, salvo specifiche eccezioni.

- Sono sospese tutte le competizioni sportive salvo quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI e CIP. Sospese le attività nei centri sportivi. Rimane consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione a attività sportiva solo all’aperto in forma individuale.

- Sono chiusi musei e mostre; chiusi anche teatri, palestre, attività di sale giochi, sale scommesse, bingo, anche nei bar e nelle tabaccherie.

- Per i mezzi di trasporto pubblico è consentito il riempimento solo fino al 50%, fatta eccezione per i mezzi di trasporto scolastico.

 

Scarica il modulo per l’autocertificazione, da utilizzare per gli spostamenti nei luoghi o negli orari normalmente non consentiti: https://www.interno.gov.it/sites/default/files/2020-10/modello_autodichiarazione_editabile_ottobre_2020.pdf

Scarica il testo del Dpcm 3 novembre 2020 https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/11/04/20A06109/sg

Sei titolare di un pubblico esercizio? Scarica il materiale utile per capire cosa fare 

 

Condividi:

Torna indietro