Notizie

Pos, nessuna sanzione a chi non ce l'ha

Non ci sarà alcuna multa per esercenti, professionisti e negozianti che non accettano i pagamenti elettronici, ovvero con carta di credito o bancomat. L’ipotesi di una sanzione, proposta dal ministero dello Sviluppo economico nel tentativo di rendere più incisivo l’obbligo di accettare la moneta elettronica di cui si parla ormai da qualche anno,  è stata infatti bloccata dal Consiglio di Stato con una sentenza depositata lo scorso 1 giugno 2018.

Nello specifico, il Consiglio di Stato ha “bocciato” il tentativo di estendere le sanzioni previste dal codice penale ex art. 693 c.p. in caso di mancata accettazione del pagamento elettronico (in quanto moneta avente corso legale). 

Di conseguenza, per il momento, pur sussistendo un obbligo per gli esercizi commerciali e i professionisti di garantire il pagamento anche con questa modalità, non è prevista alcuna sanzione in caso di inottemperanza.

Detto questo, accettare pagamenti in moneta elettronica resta comunque un servizio importante da rendere ai propri clienti, in qualche caso addirittura imprescindibile, per esempio a fronte di importi di spesa più importanti.

Per questo motivo, Confcommercio ha stipulato una serie di convenzioni per permettere agli imprenditori di contenere i costi relativi all’installazione e all’uso del Pos, con commissioni più basse da parte degli istituti di credito.

Chi fosse interessato a conoscere queste convenzioni, può contattare la sede della Confcommercio di Arezzo scrivendo all’indirizzo di posta elettronica marketing@confcommercio.ar.it e specificando il numero di telefono a cui desidera essere contattato dai nostri addetti, che lo richiameranno prima possibile per fornire tutte le informazioni del caso

A proposito del parere non favorevole alle sanzioni reso dal Consiglio di Stato -Sezione consultiva per gli atti normativi (il numero 1446/2018 dep. 1 giugno 2018), lo potete trovare a  questo link (linkare al sito https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/wcm/idc/groups/public/documents/document/mday/nzgx/~edisp/krxhj4iaszmwy4o4n2xkz4wvaq.html). Il parere ha come oggetto lo schema di Regolamento recante la definizione delle modalità, dei termini e degli importi delle sanzioni amministrative pecuniarie conseguenti alla mancata accettazione dei pagamenti mediante carte di debito e carte di credito, di cui gli organi di stampa hanno dato ampia evidenza.

Condividi:

Torna indietro