Notizie

Turista a casa tua, il corso di formazione

Cinque incontri per (ri)scoprire storie e segreti di Cortona, della sua meravigliosa vallata e imparare a comunicarli. È il corso di formazione organizzato da Confcommercio Valdichiana in collaborazione con Aion Cultura, in partenza lunedì 19 ottobre 2020, rivolto a tutti gli imprenditori che vogliono approfondire la propria conoscenza della città per poter accogliere e comunicare al meglio con il turista/cliente.

Gli iscritti, grazie a questo percorso, impareranno la storia dei più importanti musei come il MAEC il Diocesano, i segreti di chiese, palazzi e “luoghi” come la Fortezza, la Cattedrale, la Tomba di Mezzavia e il parco archeologico del Sodo. Una lezione sarà dedicata anche al cuore di Cortona, con le sue piazze e le sue strade più importanti.

Il corso “Turista a casa tua” si aprirà lunedì 19 alle ore 14.30 nella sala del consiglio comunale di Cortona, luogo della prima lezione, e vedrà i saluti di Francesco Attesti, vice sindaco e assessore al turismo, Paolo Rossi, assessore alle attività produttive, Nicola Caldarone, presidente comitato tecnico del MAEC, Paolo Bruschetti, vice lucumone e segretario Accademia Etrusca. Successivamente gli allievi saranno divisi in gruppi per la visita al MAEC, nel pieno rispetto delle misure igienico sanitarie.

“Sono state tantissime le richieste d’iscrizione - spiega il delegato cortonese di Confcommercio Carlo Umberto Salvicchi – purtroppo non abbiamo accontentato tutti a causa dei posti limitati dettati dal Covid, ma siamo molto contenti per il gradimento ricevuto dagli operatori: è un segnale di maturità. Per noi segnale di aver colto nel segno una esigenza.

“Conoscere la propria città è fondamentale per chi lavora in centro storico e nella vallata – continua Salvicchi –  negozi, bar e ristoranti sono i primi presidi di una comunità, ma non solo, fungono anche da “info point”. A chi non è mai capitato di entrare in un’attività a chiedere informazioni su cosa fare e dove andare in città? La nostra Vallata merita di essere conosciuta e raccontata, così che i nostri imprenditori possano riconoscersi sempre più nel ruolo di ambasciatori di bellezza. Ringraziamo il Comune, l'Accademia Etrusca, il MAEC e i professionisti di Aion per aver supportato questa importante iniziativa”.

Condividi:

Torna indietro